lunedì 5 ottobre 2015

L'Universo è infinito?



Ci sono due modi per l’Universo di essere infinito: nello spazio e nel tempo.
L’Universo, infatti, potrebbe avere un’estensione infinita, ma potrebbe anche essere esistito da sempre, quindi avere un’età infinita.
Molto si discute, ancora, soprattutto sulla sua estensione, ma prima di addentrarci in qualcosa di più complesso, meglio escludere qualche ipotesi.

È infatti impossibile che l’Universo sia infinito nello spazio e nel tempo contemporaneamente. Quindi, al limite, può avere estensione infinita ma età finita, o viceversa.

Nel diciannovesimo secolo un astronomo tedesco propose infatti una specie di esperimento mentale, che presto sarebbe stato conosciuto nel mondo scientifico come paradosso di Olbers.

Se l’Universo è sempre esistito ed ha estensione infinita, allora vuol dire che contiene infinite stelle. Moltissime saranno troppo lontane per essere osservate direttamente, anche dai più potenti telescopi, ma il concetto di infinito è veramente potente.
In particolare, se il cielo è popolato da infiniti astri, allora esso non potrebbe essere buio di notte, ma brillare come la superficie di una stella. Addirittura, quindi, noi non potremmo distinguere neanche il Sole, accecati dalla luce delle infinite stelle che si somma e raggiunge il nostro pianeta.
Evidentemente questo ragionamento non è corretto, perché il cielo di notte, fortunatamente, non è brillante come il Sole.

Come si risolve, quindi, il paradosso? La soluzione più semplice è che esso, appunto, non sia infinito nello spazio o, in alternativa, esista da un tempo finito. Visto che la luce viaggia a una velocità finita, seppur grande, se l’Universo fosse infinito come estensione, ma non esistesse da un tempo infinito, la luce delle stelle infinitamente lontane non avrebbe avuto il tempo per raggiungerci, quindi la porzione di Universo che possiamo osservare realmente è comunque finita e sempre lo sarà.

La parte di Universo a noi accessibile dipende, evidentemente, dall’età stessa dell’Universo e definisce quello che viene chiamato Universo osservabile.
Al contrario, invece, l’Universo potrebbe essere esistito da sempre, risultare statico, ma avere un’estensione finita. Anche in questo caso il cielo notturno apparirebbe scuro.
Qual è la teoria più corretta secondo voi?

13 commenti:

  1. Il concetto di spazio infinito applicato alla realtà mi sembra fuori dalla logica comune. Quindi supponendo che fosse finito cosa ci dovrebbe essere alla fine? Quali ipotesi ci sono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece secondo le attuali teorie L'Universo potrebbe essere infinito come estensione ma finito nel tempo. E' un concetto impossibile da capire, lo so, è un limite umano. Di certo è finito, e sempre lo sarà, il nostro orizzonte, cioè la parte di Universo a noi accessibile, perché questo è finito nel tempo. Se l'Universo fosse finito nello spazio potrebbe immaginarsi con una forma simile a quella della superficie di un pianeta: è finita ma indeterminata, o indefinita, e si potrebbe continuare a fare il giro infinite volte perché non esisterebbero bordi.

      Elimina
    2. Per intenderci dire che è infinito significa che una navicella partendo dalla terra potrebbe non trovare mai un limite fisico? Per dirla banalmente non andrebbe mai a sbattere da qualche parte?

      Elimina
    3. Quante inesattezze!
      Facciamo un minimo di chiarezza:
      1) L'universo NON È INFINITO ma ha un diametro di 93miliardi di anni luce.
      2) il tempo non è infinito ma ha circa 15.4 MILIARDI di anni.
      3) "l'universo è finito ma illimitato" è una citazione di Enistein riguardo al fatto che l'universo fosse creduto sferico.
      4) l'universo che ci sarà accessibile (data l'espansione dello spazio cosmico) sarà sempre maggiore

      Elimina
    4. 1) L'universo osservabile è finito, ma NON è tutto l'Universo esistente, che potrebbe essere infinito. Di sicuro le sue dimensioni sono almeno 10^30 volte maggiori dell'Universo esistente (vedi teoria dell'inflazione);
      2) Nessuno ha detto che il tempo dell'Universo sia infinito (ha letto l'articolo? dice proprio questo!) ma di certo l'età dell'Universo non è di 15,4 miliardi di anni, piuttosto di 13,8;
      3) Beato Lei che ha queste certezze, ma credo proprio che non sia così perché in questo caso ci sarebbe un bordo dell'Universo, un sistema di riferimento privilegiato che sperimenta condizioni e leggi fisiche differenti rispetto alle altre porzioni; questa cosa va contro tutte le evidenze e i principi della fisica conosciuti;
      4) Bene, e quindi? Cosa cambia nella reale estensione nello spazio e nel tempo dell'Universo?
      Quando parlava di inesattezze si riferiva quindi al suo commento?

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'UNIVERSO,è INFINITO. l'UNIVERSO è UN COMPOSTO METAFISICO QUADRIMENSIONALE INFINITO.

      Elimina
    2. l'UNIVERSO,è INFINITO. l'UNIVERSO è UN COMPOSTO METAFISICO QUADRIMENSIONALE INFINITO.

      Elimina
    3. Un composto??!?? 😂😂😂😂
      Ma per favore..
      Infinito?????!
      😂😂😂😂😂😂
      Ma per favore!!!!
      Ma perché dovete parlare di cose che non sapete?

      Elimina
  3. epsilon74 non credo che se lo spazio sia finito ci sia un'enorme "barriera" sulla quale ci si può sbattere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il limite dell'universo non è superabile per definizione.

      Elimina
  4. L'Universo è un composto metafisico, quadrimensionale infinito.L'Universo è infinito perchè è permesso da un vuoto assoluto.Un vuoto assoluto è una singolarità compiuta. Una singolarità compiuta è tutto se stessa.In un vuoto assoluto non esiste niente. Un vuoto assoluto diventa uno spazio infinito se esiste qualcosa

    RispondiElimina
  5. L'"Universo Osservabile" è finito nel tempo e nello spazio (per le conoscenze che abbiamo oggi). L'UNIVERSO NON OSSERVABILE è infinito nel tempo e nello spazio. Nell'INFINITO ci sono spazio e tempo infiniti. Infiniti universi, infiniti tempi, infinite galassie, soli, pianeti. Infinita vita. La smettessimo di pensare di essere "creati a somiglianza di dio" potremmo fare un salto di qualità INFINITO...

    RispondiElimina